Associazione Sportiva Paolo VI-Scuola Primaria Paritaria PAOLO VI  

Corsi Sportivi

   

KUNG FU
MERCOLEDI’ e VENERDI'

 

Le arti marziali cinesi sono state nei secoli codificate seguendo le leggi delta natura, della fisica, secondo una precisa conoscenza del corpo e dello spirito umani.
Questo ci porta a considerare un secondo aspetto delta pratica del kung fu, quello salutare.
Sarebbe oltremodo stolto divenire bravissimi nell'evitare di essere danneggiati da un avversario per poi auto-danneggiarsi con una pratica scorretta o perseguendo uno stile di vita sbagliato.Considerazioni come queste portarono probabilmente il grande, mai dimenticato maestro Chang Dsu Yaoad asserire cheil kung fu è per un 30% autodifesa e per un 70% salute.
Nel kung fu non esitono competizioni obbligate ma esse sono solo un addendum al quale l'allievo può liberamente decidere di non partecipare e queste devono essere interpretate solo come motivi ed incentivi di allenamento senza scopo puramente agonistico.
Nel Kung fu non esistono avversari ma solo compagni di allenamento. Gli obbiettivi dell'allenamento sono esclusivamente quelli di sorpassare e migliorare i propri limiti e non quelli di raggiungere o superare quelli degli altri. Per imparare il kung fu non esistono scorciatoie o corsi accellerati. La strada da percorrere è quella lunga e si basa esclusivamente sulla pratica costante.La pratica del kung fu ha un inizio ma non ha una fine. Evitate di intraprendere questa strada se il vostro obbiettivo è quello di raggiungere la cintura nera o un qualunque altro grado. L'unico obbiettivo deve essere quello di migliorare. Il Maestro Chang diceva spesso che raggiungere la vetta di una montagna serve solo per vedere quanto sia alta la montagna successiva.

 


 

MINI BASKET
MARTEDI’ e GIOVEDI’

Il minibasket è un gioco-sport riservato ai bambini dai 5 agli 11 anni, ed è un mezzo di educazione motoria, sportiva e sociale. I fondamentali cestistici vengono insegnati sotto forma di gioco, le regole sono presentate progressivamente ed il regolamento si apprende giocando. Il minibasket è un gioco-sport finalizzato allo sviluppo di una sana attività motoria di base, che sviluppi le qualità coordinative e che sia fondamenta per “il leggere, lo scrivere ed il far di conto”.

Le categorie del minibasket della Federazione Italiana Pallacanestro
Pulcini bambini 5-6 anni;
Paperine bambine 5-6-7 anni;
Scoiattoli bambini 7-8 anni;
Libellule bambine 6-7-8 anni;
Aquilotti bambini 9-10 anni (ammessi 8 anni);
Gazzelle bambine 8-9-10 anni
 

DANZA MODERNA
LUNEDI’ e MERCOLEDI’ 

La danza moderna rappresenta una vera e propria rivoluzione rispetto al passato: è il corpo che si libera dalle rigide pose del classicismo. E’ il corpo che risorge dal rigido accademismo del classicismo, è il corpo che si muove liberamente nello spazio sciogliendo le catene delle pose innaturali della danza classica. E’ la creatività insita in movimenti nuovi e volti alla ricerca di un nuovo codice danzante: è la rivoluzione nel ballo, è la danza moderna. Come ogni rivoluzione che si rispetti, la danza moderna nasce da una rottura con la tradizione immediatamente precedente, con un passato fatto rigidi schemi interpretativi: è la ricerca innovativa di un rapporto con lo spazio tutto nuovo, in cui sia l’istinto e non l’intelletto a guidare i passi del ballerino.



PATTINAGGIO LINEARE
MERCOLEDI’ e VENERDI'

Nel 1980, un gruppo di giocatori di hockey su ghiaccio del Minnesota stavano cercando un modo per allenarsi durante l’estate. Scott e Brennan Olson formarono la societa’ che chiamarono Rollerblade Inc., per vendere pattini con quattro ruote in poliuretano disposte in linea retta sul fondo di uno stivale imbottito.In parallelo oltreoceano la Roces, una piccola azienda di Montebelluna che inizialmente produceva calzature artigianali da montagna in pelle, nel 1978 introdusse sul mercato forse il primo pattino da ghiaccio in plastica e poco più tardi, nel 1981, avviene il salto dal ghiaccio alla strada, con il primo pattino in linea prodotto in Italia, il cui scafo è ancora oggi in produzione dopo 35 anni.L’evento è rivoluzionario: nasce il pattinaggio in linea nel mondo, e in Italia Roces prima di altri ne comprende le potenzialità. Di lì a poco viene lanciata la prima gamma di pattini in linea, tutta MADE IN ITALY.Nell’evoluzione storica degli attrezzi e delle tecniche che comprendono sia il pattinaggio in linea che quello tradizionale, emergono sostanziali differenze tra le vicissitudini delle due tipologie.I pattini in linea sono stati reinventati e dimenticati numerose volte nel corso del tempo. La loro maturità tecnologica, già raggiunta nel 1960, avrebbe potuto permetterne una maggior diffusione. Ma di fatto è il successo riscosso da Rollerblade, attorno al 1982-1985 e oltre, che produrrà un’improvvisa impennata di popolarità e vendite di pattini in linea.I pattini tradizionali seguono un percorso storico più lineare e senza contraccolpi, guadagnando ampio consenso sin dal loro esordio (1865-1875) e imponendosi inizialmente come l’unica tipologia di pattino adottata dalle federazioni sportive di tutto il mondo per le varie specialità di pattinaggio: velocità, artistico e hockey. Tra il 1991 e il 1994 il settore velocità si converte al pattino in linea. L’hockey continua tuttora ad essere praticato sia nella versione a rotelle che in linea.L’artistico tradizionale resta fondamentalmente ancorato all’attrezzo originario, ma l’artistico in linea è in via di sviluppo: dal 1992 è riconosciuto nelle competizioni (nazionali, europee, internazionali) come specialità a sé stante, e vede crescere di anno in anno il suo bacino di praticanti.

 

 

CORSI PER ADULTI
GINNASTICA FUNZIONALE
LUNEDI’ 

 

L’allenamento funzionale è un allenamento relativo alla funzione per cui un muscolo o meglio una catena cinematica esiste e si è evoluta in un certo modo.Dopo circa tre decadi in cui la preparazione fitness era associata alla idea di una massiva ipertrofia raggiungibile con l’utilizzo di macchine a camme che consentivano un lavoro analitico su singoli distretti muscolari, oggi si riscopre quel cosiddetto FUNCTIONAL TRAINING che nacque negli Stati Uniti d’America negli anni ’70 come esigenza di attivare nella maniera più naturale possibile l’intero sistema muscolare attraverso l’esecuzione di semplici esercizi motori tal volta dimenticati dal vivere quotidiano come le accosciate, i salti, tutte le forme di trazioni e spinte tra cui i piegamenti sulle braccia e sulle gambe. Allenamento funzionale mai come oggi significa riscoprire il proprio corpo, allenarlo in modo da attivare catene muscolari tra loro integrate e creare sinergie tra muscoli agonisti e antagonisti, sinergici e fissatori, necessari all’esecuzione di movimenti in apparenza semplici ma completi e ad alto impegno metabolico.